25 giugno 2007

senza senso (apparentemente)

L'altro giorno m'è capitato di buttare l'occhio su una targhetta nuova nel corridoio dove è il mio ufficio. E' un corridoio lungo di tutte porte uguali rivestite in lamina finto legno. Difficile che faccia attenzione alle targhette: sono sempre le stesse e io sto sempre immerso nei pensieri miei. Anzi capita a volte che entro nell'ufficio prima o in quello dopo del mio tanto sono distratto. Eppure questo l'avevo notato, il nome di una collega che conosco da un sacco di anni anche se non siamo mai andati oltre il saluto o una chiacchierata nel corridoio. Però era un po' che non la vedevo, era stata trasferita, ed ho pensato: "to', è di nuovo qui!"
M'hanno detto che ieri è morta di cancro. Le targhette non significano veramente nulla.

4 commenti:

ZF ha detto...

Le targhette non significano nulla come un sacco di altre cose...per esempio vai al concerto di Vasco?
Un abbraccio
f.

Anonimo ha detto...

ho letto tutto quello che ho trovato. ho sentito qualcosa di diverso in te ma ancora non capisco cosa. ma ho del tempo. ti abbraccio. p.s. mi ha fatto piacere leggerti da me. (largen)

pimpra ha detto...

Mi hai lasciato senza parole!

A. ha detto...

Zelda
Al concerto di Vasco non ci vo. Tu? Tutto bene col pupo?

Largen
Diverso non lo so. Non capisco nemmeno io, in fondo.

Pimpra
Più o meno quello che succede in questi casi.

Un saluto a tutti